• Monteromano-testata-01.jpg
  • Monteromano-testata-02.jpg
  • Monteromano-testata-03.jpg
  • Monteromano-testata-04.jpg
  • Monteromano-testata-05.jpg

REVOCA ORDINANZA N. 959 DEL 19/01/2017

Il SINDACO
RICHIAMATA la propria precedente ordinanza n. 959 del 18/01/2017 con cui, a seguito delle scosse di terremoto del 18/01/2017, si procedeva in via precauzionale alla chiusura degli edifici scolastici pubblici di ogni ordine e grado;
CHE in data odierna, il personale dell’Ufficio Tecnico Comunale, ha proceduto all’espletamento di ulteriori opportuni sopralluoghi in tutte le strutture scolastiche non rilevando elementi di criticità statica tali da rendere opportuni ulteriori approfondimenti come da verbali prot. n° 357 del 18/01/2017 e n° 367 del 19/01/2017
DATO ATTO quindi che le strutture scolastiche pubbliche non hanno subito danni in alcuna misura e sono pertanto idonee ad ospitare le attività didattiche in esse previste;
Visto l’art. 54, comma 4, D.lgs.267/2000 e successive modificazioni ed integrazioni
O R D I N A
E’ revocata la propria precedente ordinanza n. 959 del 18/01/2017;
D I S P O N E
La riapertura dal giorno 20/01/2017 degli edifici scolastici pubblici sede di attività didattiche di ogni ordine e grado;
La presente ordinanza sarà affissa all’Albo Pretorio Comunale e trasmessa alla Prefettura di Viterbo, al Comando dei Vigili del Fuoco, all’Ufficio Tecnico Comunale, alla Direzione dell’Istituto Comprensivo “E. Sacconi” anche per il successivo inoltro agli organi superiori, alla Questura, al Comando Provinciale Carabinieri, al Comando Polizia Municipale;
Il personale dell’Ufficio Polizia Municipale, dell’Ufficio Tecnico e gli altri Agenti della Forza Pubblica sono incaricati della vigilanza, per l’esatta osservanza della presente ordinanza.
L’inosservanza della presente Ordinanza costituisce reato ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale.
Si informa, ai sensi dell'art. 3, comma 4, della Legge 07/08/1990 n. 241, che contro il presente provvedimento può essere proposto ricorso al T.A.R. del Lazio entro 60 giorni dalla notificazione dell'atto, ovvero entro 120 giorni al Capo dello Stato.
L'inoltro del ricorso non sospende comunque l'efficacia della presente ordinanza.

Visulaizza l'avviso - pdf

Servizi al cittadino

gestione ambientale