• Monteromano-testata-01.jpg
  • Monteromano-testata-02.jpg
  • Monteromano-testata-03.jpg
  • Monteromano-testata-04.jpg
  • Monteromano-testata-05.jpg

Notizie

Referendum costituzionale previsto per domenica 4 dicembre 2016

In vista del referendum costituzionale previsto per domenica 4 dicembre 2016 si forniscono informazioni su come votare per gli italiani che si trovano temporaneamente all'estero.

Oggetto del referendum

Con Decreto del Presidente della Repubblica in data 27/09/2016 pubblicato sulla gazzetta ufficiale in data 28/09/2016 sono stati convocati per domenica 4 dicembre 2016 i comizi elettorali per il referendum popolare confermativo avente ad oggetto il seguente quesito:
Approvate il testo della legge costituzionale concernente “disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione” approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?

Opzione di voto per corrispondenza per chi si trova temporaneamente all'estero

Gli elettori che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all'estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento del Referendum, nonché i familiari con loro conviventi, possono optare per il voto per corrispondenza, compilando l'apposito modello e inviandolo all'Ufficio Elettorale del Comune di residenza entro sabato 8 ottobre 2016.

Scarica il modello (in formato pdf editabile con alcuni campi obbligatori)

La richiesta può essere inviata:

  • recapitata a mano anche da persona diversa dall'interessato.
  • per posta elettronica, anche non certificata (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. all'attenzione dell'Ufficio Elettorale)
  • per posta all'indirizzo Comune di Monte Romano, Ufficio Elettorale, Piazza Plebiscito n. 2, 01010 Monte Romano (VT)
  • via fax al numero 0766860777

N.B. Vista l'estrema ristrettezza dei tempi verranno considerate valide tutte le richieste pervenute in tempo utile per consentire al Comune di notificare le generalità dei richiedenti al Ministero dell'Interno entro mercoledì 2 novembre 2016.

Una volta esercitata l'opzione, senza revocarla entro tale data (2 novembre 2016)  l'elettore non potrà votare in Italia, ma voterà solamente per corrispondenza presso la propria abitazione all'estero.

ISCRIZIONE A DOMANDA nell'Albo Comunale degli Scrutatori e nell'Albo Comunale dei Presidenti di seggio elettorale

l cittadini residenti nel Comune sono invitati a presentare, se interessati, domanda di iscrizione agli albi delle persone idonee a svolgere la funzione di scrutatore o presidente di seggio elettorale.

La inclusione nei predetti albi è subordinata al possesso dei seguenti requisiti:
a) essere elettori del Comune di Monte Romano;
b) aver assolto gli obblighi scolastici per gli scruta tori e, avere il titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria di 2° grado per i presidenti.

Sono esclusi:
- i dipendenti dei Ministeri dell'Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti;
- gli appartenenti alle Forze Armate in servizio;
- i Segretari comunali e i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali;
- i medici provinciali, gli ufficiali sanitari ed i medici condotti;
- i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.

La domanda, redatta su carta libera sull'apposito modulo disponibile presso l' ufficio Elettorale comunale deve essere presentata nei predetti uffici entro e non oltre:
- il 31 ottobre p. v. per l'iscrizione all'Albo comunale dei presidenti di seggio elettorale
- il 30 novembre p. v. per l'iscrizione all'Albo comunale degli scruta tori.

visualizza l'avviso - pdf

Sottocategorie

Servizi al cittadino

gestione ambientale

protezione civile